Circolare n. 9 del 5 Marzo 2013

Da qui è possibile scaricare il pdf

http://www.anclsu.com/public/news/enti_istituzioni/20130305_Circ_9.pdf

Alcune considerazioni, così vi aiuto la lettura.
punto 2.
Tempistiche su affidamento diretto da parte del datore di lavoro al soggetto abilitato.
Come al solito il tempo è relativo (“nel più breve tempo possibile” è riportato). Avessero scritto 1 settimana lavorativa, 1 giorno, 1 mese.
punto 4.
Gli argani installati su aerogeneratori (parchi eolici) per asservimento alle operazioni di manutenzione sono macchine di sollevamento e rientrano in all. VII (ovviamente se han portate superiori a 200 kg)
punto 5
Loader aeroportuali
I Loader aeroportuali non sono monti mobili sviluppabili e pertanto non sono soggetti al regime di verifiche di cui all’All. VII del TU.
punto 6
Attrezzature di raccolta rifiuti
Le attrezzature per raccolta rifiuti dotate di braccio articolato e dispositivo di aggancio rigido non sono soggette alle verifiche per la definizione di apparecchio di sollevamento (UNI ISO 4306-1)
punto 7
Si ribadisce il concetto che un carrello elevatore dotato di attrezzatura intercambiabile  o di accessori di sollevamento è assoggettato a quanto previsto dall’all. VII.
punto 9
Sull’imparzialità del soggetti abilitati.
In pratica i verificatori dei soggetti abilitati non possono esercitare attività di controlli previsti dall’art. 71, comma 8 del d.lgs. 81/08 e le indagini supplementari.
Interessante! O fai il verificatore o fai l’ingegnere esperto? Realmente però non è proprio così. Sembra che chi fa questa attività debba scegliere.
Fino a questa circolare la prassi comune era: io non posso fare una verifica periodica presso azienda dove possono esserci conflitti di interesse.

Lascia un commento