Magic Mouse di Apple

Articolo ripreso da tevac.com (l’ho scritto io!)

Oggi finalmente mi è arrivato l’Apple Magic Mouse!!

Apple Magic Mouse - scatola
La scatola è anonima, una scatola di cartone tradizionale (meglio così, l’ambiente prima di tutto).
All’interno però è tutto imballato con la solita cura: spugna di protezione e sacchettino all’interno del quale c’è il porta mouse trasparente con base bianca dotata di apposita feritoia per appoggiare il magico mouse. Sotto la base il manualetto e le certificazioni di prodotto.

Il mouse è davvero fatto bene: sembra un gioellino (mi ricorda una perla per il colore bianco vetro)
Lo sollevo e guardo sotto: tutto in alluminio anodizzato. Sotto il coperchio due batterie di nota marca (non hanno speculato sulle batterie!!).
Interruttore on/of molto bello: Nelle vicinanze un piccola luce verde come spia di acceso.

Lo accendo, lo collego con l’iMac e faccio l’aggiornamento alla 10.6.2. Si parte.

La prima impressione è strana: il mouse è più basso rispetto a quelli tradizionali; sembra più pesante ma è solo una impressione.
La sua slim è comunque strana soprattutto se poco prima hai lavorato con uno tradizionale.
Dopo averlo configurato ho provato le sue peculiarità.

Apple Magic Mouse - parte inferiore
Per prima cosa ho dovuto sparare al max la velocità di spostamento al max per essere più reattivo.
Ho impostato anche il doppio click … semplicemente fantastico, un unico tasto e fai tutto!

Lo scorrimento può essere dinamico (con inerzia, come per l’iphone) oppure statico (senza inerzia).

Si può settare lo zoom dello schermo e lo scorrimento laterale. Quest’ultimo è un pochino difficoltoso perché devi sfiorarlo leggermente con le due dita altrimenti il mouse ti segue (si si, si sposta con le dita, in questo caso il suo peso è fondamentale per la stabilità). Inoltre, se hai le dita sudate (io le ho spesso!) ti si appiccica e non riesci a fare lo scorrimento).

Il puntatore è sensibile (è un laser) e anche su superfici delicate (superfici lucide ad esempio che mettono in crisi i classici puntatori ottici) va alla grande.
Dalle impostazioni controlli anche il livello della batteria.
Infine quando lo scolleghi/colleghi ti appare l’immagine del mouse “disconnesso/connesso”

Il prezzo: sicuramente costa più degli altri mouse laser (siamo sui 69 euro IVA compresa) ma qui parliamo di un’opera d’arte altamente tecnologica.

Quindi, a parte l’impuntamento delle dita durante lo scroll laterale, direi che sono altamente soddisfatto e contento della spesa.

Bisogna provarlo un pò per dare un giudizio completo (con Word 2008 mi si impalla sullo scroll ma … è colpa di M$ perchè la cosa succede anche con il mouse normale)

Lascia un commento