DM 11/4/11

Circolare n. 9 del 5 Marzo 2013

Da qui è possibile scaricare il pdf

http://www.anclsu.com/public/news/enti_istituzioni/20130305_Circ_9.pdf

Alcune considerazioni, così vi aiuto la lettura.
punto 2.
Tempistiche su affidamento diretto da parte del datore di lavoro al soggetto abilitato.
Come al solito il tempo è relativo (“nel più breve tempo possibile” è riportato). Avessero scritto 1 settimana lavorativa, 1 giorno, 1 mese.
punto 4.
Gli argani installati su aerogeneratori (parchi eolici) per asservimento alle operazioni di manutenzione sono macchine di sollevamento e rientrano in all. VII (ovviamente se han portate superiori a 200 kg)
punto 5
Loader aeroportuali
I Loader aeroportuali non sono monti mobili sviluppabili e pertanto non sono soggetti al regime di verifiche di cui all’All. VII del TU.
punto 6
Attrezzature di raccolta rifiuti
Le attrezzature per raccolta rifiuti dotate di braccio articolato e dispositivo di aggancio rigido non sono soggette alle verifiche per la definizione di apparecchio di sollevamento (UNI ISO 4306-1)
punto 7
Si ribadisce il concetto che un carrello elevatore dotato di attrezzatura intercambiabile  o di accessori di sollevamento è assoggettato a quanto previsto dall’all. VII.
punto 9
Sull’imparzialità del soggetti abilitati.
In pratica i verificatori dei soggetti abilitati non possono esercitare attività di controlli previsti dall’art. 71, comma 8 del d.lgs. 81/08 e le indagini supplementari.
Interessante! O fai il verificatore o fai l’ingegnere esperto? Realmente però non è proprio così. Sembra che chi fa questa attività debba scegliere.
Fino a questa circolare la prassi comune era: io non posso fare una verifica periodica presso azienda dove possono esserci conflitti di interesse.

Verifiche periodiche delle attrezzature – linee interpretative

Fonte: www.studiofonzar.com

Questa notizia è stata tratta da: http://www.sicurezzalavoro.fvg.it/

Una lettura del Decreto Sacconi da Confindustria

Facendo seguito a nostre precedenti news sul punto, si allega una circolare di Confindustria sul DM 11 aprile 2011, che concerne le verifiche periodiche delle attrezzature di cui all’allegato VII del D.Lgs.81/2008 e s.m.i..

In estrema sintesi, il decreto ministeriale in parola disciplina:
– le modalità con cui debbono essere effettuate le verifiche periodiche;
– quali sono i soggetti preposti;
– quali sono le modalità di abilitazione dei soggetti privati che possono, a certe condizioni, surrogare le pubbliche amministrazioni.

Il Decreto, entrerà in vigore il 24 gennaio 2012 in luogo del 28 luglio inizialmente previsto, per effetto della proroga introdotta dal DM 22 luglio 2011, che si allega.

Circolare Confindustria.

DM 22 luglio 2011